<< indietro
Poesia

Lontana

di Giada Andrea Baccini

Nata di marzo a Castel San Pietro Terme (Bologna). Scrisse la prima poesia, dedicata al cane fuggitivo, all'età di otto anni. Da quel momento in poi la scrittura e il teatro non hanno smesso di dare voce ai suoi tumulti emotivi.

Qua ci sono le lucciole e molto silenzio

Un vento leggero

Rumore di nuvole.

I confini di un piccolo monte contro l’ultimo chiarore del cielo.

Una ciotola d’acqua per un cane assente.

Tre paia di scarpe fuori da una porta chiusa.

Voci tra loro amiche nella vallata.

Voci di donna e di uomini

Han mangiato pane e salame e qualche bicchiere di vino.

Il castello è vuoto, solo per me.

Pietre etrusche, bianche, illuminate da un faro

Il tempo le ha scomposte

C’è chi ammira il loro disordine.

Il chiù canta alle stelle di uscire.

Porto le care persone dentro me, porto anche quelle che non vogliono venire.