<< indietro
Poesia

Ritratto n.3

di Andrea Baldo

Andrea è nato a Portogruaro nel 1996. Consegue la maturità classica nel Liceo classico XXV Aprile. All'esame orale ha presentato una tesina sulla presenza del classico nella poesia di Alessandro Fo. Attualmente frequenta il corso di Laurea in Medicina e Chirurgia a Padova, dove è anche rappresentante degli studenti in Consiglio di Corso di Laurea. Gioca a basket, ascolta ore e ore di musica, corre, suona. Legge molta poesia. Ama in particolare Dante, Rimbaud, Ripellino e Caproni. Osserva, ragiona, sente e scrive. Spesso salta le prime due fasi.


Tesa come legno



Che poi sarà chitarra



E spinosa



Come stelo di rosa



Con due petali di occhi e



due di labbra



 



Il tuo sorriso



– Non solo i denti



Ma tutto il viso –



Vale una primavera



I tuoi vestiti



Una sera



                Silenziosa



Lontana da ogni male



 



Bella



         – Devo arrendermi al banale –



Come ballerina



Fuggita.



              Sottile



Come carta velina



Ma sospesa



       e lontana



Come un taglio di Fontana.