<< indietro
Una storia di cronaca

Tra realtà e fiabesco

di Chiara Rossini

Sono nata a Milano in una ventosa giornata di metà marzo del 1994. Mi sono diplomata (2013) presso il Civico Liceo Linguistico A. Manzoni, dove ho potuto coltivare la mia passione per le lingue straniere (Inglese, Tedesco e Spagnolo) e partecipare al M.U.N. (Model United Nations), un progetto, nel qualche puoi metterti nei panni di un delegato ONU, mettendosi in gioco in un contesto internazionale. Grazie a questa esperienza ho scelto di continuare i miei studi presso l'Università Cattolica di Milano laureandomi nel 2016 in Scienze Linguistiche per le Relazioni Internazionali. Sono sempre stata attirata dai libri, una passione che mi è stata trasmessa da mia mamma e affascinata da mia nonna e dal suo mondo della scrittura. La mia curiosità mi ha portata a partecipare a un corso di formazione in Digital Marketing, che mi ha permesso di allargare i miei orizzonti. Ho svolto qualche lavoretto per contribuire ai numerosi corsi di formazione a cui ho preso parte, e attualmente lavoro come impiegata presso l'ufficio vendite estere come Export Manager Assistant.

E' notte. Camminiamo nel buio di una tarda sera estiva guidati da qualche debole tremolante lucina di poche lanterne. Un sentiero già segnato, immerso in una natura silenziosa ma nello stesso tempo rumorosa: il frinire di cicale e grilli e qualche lucciola che a intermittenza con il suo corpo luminoso fa capolino dai prati quasi a guidarci. Procediamo sul terreno ghiaioso con la tranquillità che può portare un cielo privo di nuvole e punteggiato di qualche stella. Finchè: “Aah un lupo!” ecco alcune grida dei bambini. Ci troviamo al Parco Natura di Cesano Boscone, nell'hinterland milanese. Alla consueta passeggiata per il parco quest'anno il tema è il fiabesco, una stimolante e suggestiva camminata immersi nel verde alla riscoperta del mondo delle fiabe che tanto affascina grandi e piccini. Ma non vi spaventate non si tratta di un lupo vero! Nel tragitto incontreremo altri personaggi, che sembrano proprio usciti dal mondo fatato della fantasia, un'iniziativa proposta e organizzata da diverse associazioni culturali operanti sul territorio che durante l'anno scolastico hanno collaborato con gli insegnati delle scuole per la realizzazione di questo progetto “Cammina cammina...”. Un'iniziativa alquanto ben riuscita, data la numerosa affluenza, che ha visto protagonisti tutti i partecipanti, lanterne e alcune scenografie realizzate proprio dai bambini coinvolti nel progetto, nonché piccoli attori (è proprio il caso di dirlo!) in erba in una breve rappresentazione alla fine del percorso accompagnati dalle note di pianoforte e chitarre dei ragazzi della scuola di musica locale, che hanno dato prova della loro passione cimentandosi in un concerto sotto le stelle nella magia di una fresca notte estiva, suonando e cantando classici della musica internazionale che hanno coinvolto tutti: dagli adulti che cantavano a squarciagola ai più piccini scatenati in balli improvvisati. “Sono proprio contenta di vedere i miei ragazzi così entusiasti, e nonostante fossero già coinvolti nell'organizzazione, sono rimasti sorpresi e affascinati dalla semplicità di questa passeggiata notturna, una serata sicuramente diversa dalla solita routine” commento di un'insegnante soddisfatta di aver fatto viaggiare i propri alunni con la fantasia e non solo aver dato nozioni. Davvero una serata piacevole, che evidenzia quanto la semplicità sia ancora in grado di stupire e sorprendere, quanto la melodia di un sax in uno scenario insolito come uno stagno illuminato dal chiarore della luna posso catapultare in un mondo magico e suscitare ricordi, tornare bambini per chi è già cresciuto e continuare a sognare per chi deve scoprire che la fantasia e le fiabe non sono solo cose per piccoli.