<< indietro
Poesia

Abbraccio la morte

di Giulia Bilanzuoli
Ragazza diciannovenne con poca praticità con i bandi e i siti, solo dopo il terzo tentativo riesce a mandare una richiesta decente per partecipare al concorso. Ma c'è speranza per tutti.

Abbraccio la Morte


a piccoli sorsi


come un veleno


a cui ammaestrarmi.


 


Imbraccio la Morte


come le armi


che allatto ai miei tagli, 


come le armi


di cui mi ricamo


i baci ed i vermi.