<< indietro
Canzoni d'autore

Salutare Immerso in Acque Salate

di Matteo Polonara

Hai pensato mai di fare una passeggiata negli occhi di un'altra persona? Matteo Polonara ti dà questa opportunità tramite le sue timide, alienate e distorte parole in cui si racconta nascondendosi tra una metafora e un gioco di parole. Cantautore e polistrumentista anconetano, adottato da mamma Bologna, in un anno e mezzo, non è ben chiaro per quale motivo, è riuscito a vincere due contest nazionali, calcare i palchi di festival importanti in giro per l'Italia insieme al Mataara Trio (trio jazz/fusion che lo accompagna dal vivo e in studio) in apertura a band come 99 Posse, Fast Animals and Slow Kids e Olly Riva & The SoulRockets, e incidere il suo primo disco (che uscirà a brevissimo) nello studio Produzioni Fantasma (Vicenza) sotto la guida di Andrea Rigoni (Derozer).

Vorrei annegarmi

Per dirti che

Sono perso tra uragani esistenziali

Tenerti forte dai capelli

E spingerti la testa

Anche a te

Nel profondo

Insieme

Perdere i sensi

Per connettersi

Con altri universi

 

Perdendomi ogni volta

Tra gli sguardi della gente

Tra i pensieri irrisoluti

E la fragilità dell’animo

Cerco sorrisi nella folla

Che non mi sorridono mai

Come mi sorridi tu

 

Amaramente ingurgito pillole

Veleni

Per colorare le giornate

Seduto per terra

Nudo

Sul parquet senza anima

 

Sventolare bandiera bianca

Lanciarsi dal pennone più alto

Quando non bastano più le parole

Un gesto di collisione

Lo scontro con il mare

Dimenticandomi che non so nuotare

Un ultimo respiro

E salutare

 

Vorrei annegarmi

Buttarmi sotto un treno

Per vedere poi

Quante persone ridono di me

Ma forse è giusto così

Perché stupido è

Chi lo stupido fa