<< indietro
Poesia

Abisso

di Jessica Servidio
Jessica Servidio, ventitré anni. Vivo a Borgo Massano (PU), un piccolo paese nella provincia pesarese. Ho conseguito un diploma di ragioneria con ottimi voti, anche se successivamente ho scelto di formarmi in psicologia, presso l'università di Urbino. Questo cambiamento è stato motivato da una passione per la scrittura come filtro, fra le altre cose, per comprendere meglio il mondo che mi circonda e penetrare nei meandri della psiche, della mia psiche, e ascoltarmi. Ho pubblicato il mio primo libro, “Respiri”, grazie alla casa editrice “Antipodes” di Palermo.


Una donna dagli occhi rotti. Dagli occhi ancora incantati.



Una scrittrice, e un cadavere di bambina.



Dagli occhi innocenti, dagli occhi ancora assonnati.



E margherite, che lascia cadere a terra.



E lacrime sparse come fossero sangue, ovunque.



Ma poi in un sogno la bambina le ricorda quello che non ha nemmeno mai potuto dimenticare:



c'era un amore, lontano,



come la luce di un faro sprofondato negli abissi del mare,



oramai spento;



le margherite a terra,



un'altra lacrima cade,



e negli abissi del mare,



riaccende. 



Dagli occhi rotti, dagli occhi ancora incantati.