<< indietro
I racconti dello scontrino

L'attesa

di Anna Maria Bellomo

Anna Maria Bellomo, nasce nel 1989, residente a San severo, una città in provincia di Foggia. Nonostante i suoi studi in Comunicazione e i diversi corsi di formazione non riesce ad affermarsi nel mondo del lavoro e si trasferisce a Trento. Le cose, anche qui, non sono facili. La passione per la scrittura l’accompagna da sempre e, ancora una volta, diventa la sua ancora di salvezza. La lettura, la scrittura diventano l’arte migliore per conoscere e conoscersi meglio. Il suo racconto dello scontrino si intitola "L'attesa". Si tratta di un breve episodio ambientato nel reparto di ortofrutta di un supermercato che vede come protagonisti un padre e suo figlio.

Reparto ortofrutta. Un bambino di 5/6 anni che crede di essere una bilancia vivente. Prende un’anguria, a momenti più grande di lui e le dà un peso, fa lo stesso con le fragole, con le banane e con qualsiasi altra frutta o verdura “a portata di mano”. Il papà non riuscendo a tenere a bada il vivace figlioletto indomabile, dopo un paio di girotondi (giusto per tenersi in forma) intorno alle cassette della frutta, dice, rivolgendosi al figlio: ”Dai, se fai il bravo compriamo l’uva” e gliela passa per posarla nel carrello. Il bimbo, la prende, sul suo volto l’aria da folletto dispettoso, di colpo, sparisce, nei suoi occhi c’è una luce nuova, lascia l’uva nel carrello ed esclama: “Grazie papà era tanto tempo che l’aspettavo, sai?”