<< indietro
I racconti dello scontrino

Gioco amoroso

di Giorgia De Nardi

Sono nata a Vittorio Veneto (TV) nel 1985. Amo la lettura, il cinema e i viaggi ma la mia più grande passione è sicuramente la scrittura.


Ho scritto t'amo sullo scontrino



perché sei proprio un tipo carino,



ho scritto t'amo con tanto di firma



non saprai mai che sono io Irma.



Nero su bianco ho messo i miei sentimenti



per te che sei sempre alla cassa numero venti.



Ho scritto t'amo tra una mozzarella e uno stracchino



nella speranza di piacerti almeno un pochino,



sul cristallo della macchina ho lasciato il mio messaggio



dopo un accurato lavoro di spionaggio



ma poi mi sono messa le mani tra i capelli,



sentendomi una scema nascosta tra i carrelli



e comportandomi come un'adolescente,



incapace di fare una dichiarazione decente.



Ho creduto di farla franca davvero



e da te son tornata a cuor leggero



ma mi hai fatto capire con sorriso malizioso



che avevi scoperto il mio gioco amoroso:



"Hai già finito le birre in lattina?



Le avevi acquistate solo ieri mattina,



assieme a shampoo e cotolette



hai speso nove euro e ventisette.”



E chi l'avrebbe mai immaginato



che lo scontrino avresti girato?



E quando rossa son diventata



mi hai dato l'ultima stangata:



"Anch'io a quella marca sono abbonato



sai, piacciono molto al mio fidanzato."



E io che pensavo di berle con te



in frigo ne ho ormai trentatré.



Che questo ti serva di lezione mia cara



mai corteggiare un uomo col mascara!



Credo proprio che dopo questa perdita



dovrò cambiare punto vendita.