<< indietro
Poesia

Arcano n.12

di Matteo Cupo

Nato a Bologna, abbandona gli studi a 16 anni per dedicarsi all'azienda di famiglia. (una biografia ricca...)

L'Appeso non sente
il dolore rifugge
L'Appeso s'incrosta
il tempo gli sfugge
L'Appeso non muore
di vita non vive
L'Appeso non vuole
ma potrebbe capire
L'Appeso rifiuta
la terra carpire
L'Appeso non vola
ma potrebbe sembrare
L'Appeso non vede
la corda che tiene
L'Appeso ora vede
il mondo che crede
L'Appeso al contrario
vuole restare
perché nel cielo vuole orinare
ma il piscio in faccia spesso sovviene
L'Appeso della merda ha la schiena il bruciore
L'Appeso ha le mani libere
le batte a festa
perché il sangue gli ha dato alla testa.